Skip to content

Emigrazione e tratta degli esseri umani: il racconto della nostra Andreja

243626294_180491750893532_8910570647059454976_nnn

Per 2000 $ mi portano dallo Yemen in Europa, per 5000 $ mi portano via dall’ Afghanistan, per 3000€ mi portano in Italia

Non esiste un metodo su come avvicinarsi alle persone potenziali vittime di tratta. Esiste solo l’esperienza nel “field”.
Io personalmente ho iniziato al confine turco/siriano 9 anni fa. Ho lavorato con le giovani donne/soldato in Ucraina,
in altri paesi ho lavorato con giovani ragazzine con intenzioni di partire per il Medio Oriente, vittime di estremismo e radicalismo.
Ho lavorato con i minorenni ucraini orfani che, dopo aver compiuto il 18° compleanno, l’ unico posto dove potevano andare era sulla linea di fronte in Ucraina dell’ Est.
Cercare di convincere una ragazzina giovane di lasciare un gruppo militare e spiegare che non vale la pena morire o diventare assassina per un ideale, per il regime, per delle ideologie patriottiche ci volevano non ore, ma giorni, settimane, mesi. Farli uscire dalla linea di fronte e spiegare loro chi sono e cosa fanno i trafficanti è l’ inizio di un grande impegno. Non si possono fare delle promesse per poi deluderli, perché li metti ancora di più in pericolo. Cercavo di spiegare che dovevano credere in loro stesse, avere più fiducia. In primis bisogna insegnarli a capire che le loro vite sono preziose. Cercavo di aiutarle a trovare un lavoro per quel che potevo e segnalavo loro la pericolosità delle ditte migratorie. Guadagnare la loro fiducia facendo in modo che loro stesse diventino “portavoce” nei loro paesi, avvertendo sul pericolo di poter cadere tra le mani dei trafficanti come continuerò/emo a fare anche in Italia dove nasce la nostra sede italiana di OSNM.
Per questo mi sono unita agli Operatori Sanitari nel Mondo, poche ONG come loro, che osano girare tra i più vulnerabili in posti che nemmeno l’ONU azzarda.
Posti pericolosi e abbandonati da tutti, offrendo loro assistenza continua affinché la persona, la vittima non sia protetta e diventi indipendente.
E ci tengo a precisare :”migranti, profughi e vittime di violenze, sono loro i veri eroi.
Noi siamo semplicemente Operatori Umanitari.


Foto profughi -Yemen – Somali – Operatori Sanitari nel Mondo

Non c'è ancora nulla. Lascia un commento!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.