Skip to content

Diario dall’RD Congo | Giorno 4

photo_2021-11-12_14-20-25

Abbiamo trovato Centinai di persone che ci aspettavano con una gioia che ci ha riempito i cuori, ma allo stesso tempo la tristezza di averli trovati in condizioni praticamente disumane, poveri, malnutriti, in un paese dove la guerra non si ferma – Claudio Osnm

Diagnosticare la malnutrizione
Il modo più comune per valutare lo stato nutrizionale nei bambini è la misurazione. In genere si procede con uno dei seguenti metodi:

  • Misurando peso e altezza del bambino
    Il peso del bambino viene confrontato con il peso “normale” per la sua altezza, se il peso è inferiore agli standard internazionali il bambino è considerato deperito o affetto da malnutrizione acuta.
  • Misurando la circonferenza della parte superiore del braccio
    E’ il metodo utilizzato più spesso durante le situazioni di crisi perchè questa misurazione nota come MUAC richiede solo l’utilizzo di un braccialetto anzichè di bilance e schede di altezza. E’ un sistema particolarmente adatto per i bambini tra i 6 mesi e i 5 anni. Una misura MUAC inferiore a 12,5 cm di diametro indica che un bambino è affetto da malnutrizione acuta moderata. Se la misura MUAC è al di sotto degli 11,5 cm il bambino è affetto da malnutrizione acuta grave ed è in pericolo di vita.
  • Controllando la presenza di edema nella parte inferiore delle gambe e nei piedi
    I bambini colpiti da edema hanno gonfiori diffusi al viso, alle gambe e ai piedi. L’edema si può rilevare premendo leggermente con il pollice e osservando se si formano infossamenti o rientranze alle caviglie o ai piedi. La presenza di edema su entrambi i piedi e nella parte inferiore delle gambe è considerato segno di malnutrizione acuta grave.

Non c'è ancora nulla. Lascia un commento!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.